Consortium for the Protection of Abruzzo Wines (0) SPUMANTE D’ABRUZZO DOC TRABOCCO: LE BOLLICINE CON IL MARE DENTRO.
Search for
Results
(0)
SPUMANTE D’ABRUZZO DOC TRABOCCO: LE BOLLICINE CON IL MARE DENTRO

SPUMANTE D’ABRUZZO DOC TRABOCCO: LE BOLLICINE CON IL MARE DENTRO

trabocco1

Sulle colline abruzzesi, accarezzate dalla brezza marina, le viti donano uve dalle caratteristiche uniche. Qui, da vitigni autoctoni vinificati con il Metodo Italiano, nasce lo Spumante d’Abruzzo DOC, Trabocco: simbolo di un territorio.

Stretto tra l’Adriatico, i rilievi del Gran Sasso e della Maiella, il territorio abruzzese rivela una regione eccezionalmente verde, che conta tre Parchi Nazionali e oltre dieci tra riserve nazionali e regionali. La zona montuosa dell’Appennino copre oltre il 65% della superficie, mentre quella litoranea è caratterizzata da un’ampia fascia collinare dove si concentra la maggior parte della produzione vitivinicola.

IL CLIMA

Il clima, generalmente mite in prossimità dell’area costiera, si fa continentale nelle aree montuose più interne. Ciò che rende unico questo territorio è la breve distanza che separa i rilievi dal mare, poche decine di chilometri percorribili in poco più di trenta minuti di automobile; tale prossimità genera forti escursioni termiche tra giorno e notte che, associate ad una buona ventilazione, ad una piovosità ideale e un’ottima insolazione, garantiscono alla vite un microclima ideale e le migliori condizioni per la crescita di vitigni autoctoni particolarmente adatti a produzioni di altissima di vini fermi e spumanti.

Infatti, le uve abruzzesi come Montepulciano, Trebbiano abruzzese, Pecorino, Passerina, Montonico e Cococciola, e in particolar modo quelle a bacca bianca, rappresentano dei veri e propri «gioielli» del patrimonio vitivinicolo regionale, caratterizzate da alta acidità e bassa gradazione, due qualità ottimali per la nascita di spumanti Metodo Italiano.

DOC ABRUZZO

La Doc Abruzzo è nata nel 2010 per tutelare e valorizzare i principali vitigni autoctoni regionali, in particolare Pecorino e Passerina, capaci di soddisfare anche i consumatori più attenti ed esigenti con vini freschi, fruttati ed eleganti. Attraverso tale denominazione si è voluto identificare in maniera diretta il territorio di provenienza di questi vini, a garanzia della loro qualità, tipicità e origine, stabilendo, inoltre, l’imbottigliamento in Regione.

La Doc Abruzzo include diverse tipologie, tra vini spumanti Metodo Classico e quelli prodotti con Metodo Italiano. Dalla vendemmia 2023, il disciplinare prevede la possibilità di specificare accanto alla denominazione Spumante d’Abruzzo anche il vitigno di provenienza.

IL MARCHIO TRABOCCO

Nasce dall’idea del Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo di voler mantenere la ricchezza nel territorio creando e registrando un marchio collettivo per valorizzare i vitigni autoctoni e rendere più identitaria la promozione dello Spumante d’Abruzzo DOC. Lo Spumante d’Abruzzo DOC “Trabocco”, infatti, è il primo spumante dall’identità tutta abruzzese: realizzato con Metodo Italiano, prodotto solo con uve autoctone e imbottigliato esclusivamente in Regione.

Il nome fa riferimento ad una peculiarità tutta abruzzese: il Trabocco, un’antica macchina da pesca più volte celebrata da Gabriele d’Annunzio nel Trionfo della morte. I trabocchi sono un tratto unico e distintivo della costa abruzzese e, come appendici sul mare, si inseriscono nel paesaggio caratterizzato da uliveti e vigneti che digradano dolcemente. Inoltre, il mare, la costa e la brezza marina, riportano alla mente sensazioni di freschezza, allegria e felicità, le stesse emozioni che regalano gli Spumanti d’Abruzzo DOC Trabocco, per un momento di vero piacere.