By Featured 4 maggio 2020 maggio 25th, 2020 No Comments

Procedura di selezione dell’organismo di esecuzione del programma di informazione e promozione dei prodotti agricoli nei Paesi Terzi USA e Canada– Regolamento UE n. 1144/2014

È stato trasmesso in data 01/05/2020 all’ufficio delle pubblicazioni dell’Unione Europea il bando di gara per la selezione mediante procedura competitiva aperta, di un Organismo di Esecuzione incaricato della realizzazione delle attività previste nel programma promozionale orientato ai Paesi Terzi USA e Canada, che verrà presentato in conformità al Regolamento UE n. 1144/2014 – Call 2020.

Paesi target: USA e CANADA

Attività che verranno realizzate:

  • WP2 – Pubbliche relazioni
  • WP3 – Web site, Social media
  • WP4 – Advertising
  • WP5 – Communication tools
  • WP6 – Eventi
  • WP7 – POS Promotions

 

Download:

Capitolato tecnico ITA (.pdf)

Technical specifications ENG (.pdf)

Allegati A e B (.doc)

Annex A and B (.doc)

Bando di gara (.pdf)

 


 

FAQ

Si riportano di seguito le domande ricevute e le relative risposte formulate.

 

QUESITO 1
In caso di partecipazione alla gara di selezione come raggruppamento temporaneo non ancora costituito, nel fac-simile dell’allegato A è riportato:
“in caso di raggruppamento temporaneo non ancora costituito indicare tutti gli operatori economici componenti, specificando chi svolgerà il ruolo di capofila/mandatario e le parti del servizio attribuite a ciascuno”
Potreste chiarire cosa si intende per “parti di servizio attribuite”? Cosa dobbiamo specificare?

L’allegato A è richiesto su carta intestata dell’operatore economico partecipante. Nel caso di candidatura come raggruppamento temporaneo non ancora costituito, dobbiamo presentare l’allegato A su carta intestata del soggetto capofila, o su carta neutra?

RISPOSTA
In caso di presentazione di offerte da parte di un raggruppamento temporaneo non ancora costituito, dalla proposta si deve evincere quale sarà la ripartizione dei ruoli sulla base delle rispettive competenze. L’esatta modalità della ripartizione dei ruoli, è a discrezione degli offerenti (a titolo esemplificato e non esaustivo è possibile ripartire le attività sulla base del paese target, sulla base dei WP oppure prevedere un servizio erogato congiuntamente).
La ripartizione dei ruoli proposta dagli offerenti dovrà inoltre risultare in linea con le competenze e le esperienze dichiarate.

Per quanto concerne la compilazione dell’allegato A, esso andrà riportato su carta intestata del capofila del raggruppamento costituendo.

 

QUESITO 2
Relativamente al bando in oggetto, vi chiediamo cortesemente le seguenti delucidazioni:
1. Essendo i prodotti da promuovere di paesi diversi vano promossi e comunicati con la stessa modalità sotto il cappello del consorzio vini d’Abruzzo o in modo distinto a seconda della nazione di appartenenza e a seconda del proprio produttore (quindi 1 consorzio italiano, 2 greci e 1 francese)? Un’unica immagine per tutti i prodotti o un’immagine per ogni singolo prodotto?
Se l’immagine fosse unica per tutti i prodotti, che peso si deve dare ai singoli prodotti all’interno del visual, dell’immagine della campagna che si andrà a creare, nonché del sito e degli eventi che si realizzeranno?
2. Quale è la logica alla base dell’organismo appaltante e quali sono gli obiettivi che uniscono i suoi 4 componenti?

RISPOSTA
Buongiorno,
secondo quanto previsto dalla normativa di riferimento e sulla base degli obiettivi riportati nel capitolato tecnico, scopo del programma, da svilupparsi congiuntamente a livello di partenariato, è quello di aumentare la conoscenza verso i prodotti agricoli dell’Unione e aumentarne, di conseguenza, la competitività.
Sempre secondo quanto previsto dalla normativa di riferimento, infine, la comunicazione della campagna deve caratterizzarsi per la prevalenza del messaggio unionale.
La definizione della strategia globale è però demandata ai soggetti offerenti, in coerenza con le informazioni fornite nel capitolato tecnico, sulla base delle informazioni fornite all’interno del capitolato tecnico, e come previsto dallo stesso è oggetto di specifica valutazione in riferimento all’offerta tecnica.
Ove ritenuto necessario dal partenariato, nella definizione delle attività previste all’interno del capitolato è stato opportunatamente specificata la prevalenza del soggetto capofila rispetto agli altri partner.

 

QUESITO 3
Buongiorno,
vorremmo sapere se i requisiti tecnici indicati al punto 6.3 del capitolato di gara, quindi al requisito di 2.000.000 €  fatturati negli ultimi tre anni per i servizi analoghi, elencati sempre nello stesso punto del capitolato, sono da intendersi solo ed esclusivamente per specifici prodotti  elencati in direttiva UE 1144/2014 e pertanto limitati a quell’elenco oppure è considerato su vari prodotti più ampio : riso, latte, acqua, birra, tabacco, prodotti di largo consumo, prodotti farmaceutici eccetera…

RISPOSTA
In riferimento al vostro quesito, al fine di soddisfare il requisito relativo al fatturato, i servizi analoghi sono da intendersi anche se prestati per prodotti non ricompresi nel citato regolamento. La commissione al momento dell’apertura delle offerte, procederà a valutare le proposte ricevute e le esperienze precedenti dichiarate in funzione dei parametri indicati all’interno del capitolato stesso.

 

QUESITO 4 : (risposte inserite all’interno del quesito in grassetto sottolineato)
• Esiste un’agenzia che ha gestito l’incarico in precedenza? Si tratta di un nuovo raggruppamento che non ha precedenti collaborazioni.
• Il consorzio ha ricevuto finanziamenti con successo in passato? Si sia a valere su Reg. 1144 che su altri fondi
• è possibile sapere quante agenzie hanno confermato la loro risposta? Non è prevista una pre-iscrizione
• Esiste una possibilità di estendere la scadenza per la presentazione? Alla luce delle scadenze previste per la presentazione delle domande di contributo non è possible concedere proroghe.
• Qual è la tempistica / processo per il consorzio che richiede / riceve finanziamenti? L’esito della valutazione delle domande di contributo è previsto per l’autunno 2020
• In caso di conferma di finanziamento da parte dell’UE è garantito che il lavoro sarà assegnato all’agenzia che ha vinto? La procedura si concluderà con aggiudicazione sotto condizione sospensiva connessa all’avvenuta approvazione del progetto. A seguito di tale approvazione si procederà alla fase di contrattualizzazione con l’agenzia prescelta.
• È possibile che i finanziamenti vengano assegnati a un livello inferiore e, in caso affermativo, quale sarà la definizione delle priorità del piano di lavoro? E’ già successo che alcuni progetti fossero finanziati con una quota inferiore, non è possible in questo momento definire eventuali rimodulazioni.
• Se il budget viene assegnato, deve essere suddiviso equamente nell’arco dei tre anni? Come indicato nel capitolato tecnico la specifica definizione della strategia promozionale e del piano di attività è a cura del singolo soggetto offerente ed è oggetto di specifica valutazione.
• Il bando fa riferimento anche ad alcuni vini Francesi e Greci: dovranno essere inseriti con progetti ad hoc o come elemento complementare ai vini d’Abruzzo? Le attività promozionali andranno realizzate in conformità con quanto previsto dalla normative di riferimento e in particolare dal reg. (UE) 1144/2014

 

Social
• La necessità è quella di avere un solo canale per tutto il consorzio per ogni piattaforma? (Facebook, Instagram)
• Sono previsti materiali esistenti (ad es. Fotografia dei prodotti, video) con cui lavorare o creeremo i contenuti visual da zero?
• La produzione dei contenuti social è tutta a carico nostro?
• Ci occuperemo anche del community management, ma nello specifico quanti giorni alla settimana e entro quali orari (orario di lavoro, 24 ore, ecc.)?
Si rimanda al capitolato tecnico per la definizione dei servizi richiesti e si ribadisce che  la specifica definizione della strategia promozionale e del piano di attività è a cura del singolo soggetto offerente ed è oggetto di specifica valutazione

 

Domande overall
• Tutti i marchi nazionali dovrebbero essere trattati allo stesso modo? Le attività promozionali andranno realizzate in conformità con quanto previsto dalla normative di riferimento e in particolare dal reg. (UE) 1144/2014
• Esistono già ambassador del marchio per ciascuna delle regioni e dei prodotti? Come indicato nel capitolato tecnico la specifica definizione della strategia promozionale e del piano di attività è a cura del singolo soggetto offerente ed è oggetto di specifica valutazione.
• Tutte le comunicazioni saranno scritte solo in inglese e francese? Si rimanda al capitolato tecnico per il dettaglio sulle specifiche attività.
• Esiste già un’identità di marca usata in precedenza? Come indicato nel capitolato tecnico, la proposta del visual di campagna è a cura del singolo soggetto offerente è a cura del singolo soggetto offerente ed è oggetto di specifica valutazione.
• Esistono aree specifiche negli Stati Uniti e in Canada su cui concentrare eventi e attivazioni? (LA, NY, Toronto, Vancouver, ecc.) Come indicato nel capitolato tecnico la specifica definizione della strategia promozionale e del piano di attività è a cura del singolo soggetto offerente ed è oggetto di specifica valutazione.

 

QUESITO 5:

– quale è il livello di distribuzione già raggiunto nei paesi target, per capire se dobbiamo pianificare un eventuale ampliamento?

– relativamente alla valutazione dell’offerta economica, è corretto che sia basata solo ed esclusivamente sull’onorario  e non anche sull’importo delle attività comprese nel progetto?

RISPOSTA

In merito al primo quesito i due paesi target rappresentano al momento il secondo e il terzo mercato per l’esportazione dei vini d’Abruzzo.

In merito alla valutazione dell’offerta economica, il capitolato tecnico riporta il criterio definito dai beneficiari per procedere alla valutazione.

Tale criterio concorrerà alla definizione del punteggio complessivo per un peso pari a 15 punti su 100, mentre la valutazione tecnica, declinata sui diversi sotto criteri indicati nel capitolato tecnico, contribuirà per un peso pari a 85 punti su 100.

Il peso reciproco dei due criteri garantisce pertanto una congrua valutazione delle offerte sulla base del miglior rapporto qualità prezzo.

Altri elementi utili per la definizione dell’offerta economica da parte dei partecipanti sono l’importo a gara sui diversi Paesi target e la percentuale massima prevista per l’onorario dell’operatore economico.

QUESITO 6:

E’ possibile modificare l’importo dei WP da voi attribuito, sia per singola attività che nel totale del WP, sia aumentandolo che diminuendolo, pur rimanendo nel budget assegnato per ogni paese obiettivo?

RISPOSTA
come riportato al punto 5 del capitolato, “l’offerente all’interno dei WP indicati ha delle indicazioni di massima, ma è libero di formulare e approfondire le azioni proposte così come di modificare il relativo budget rispettando i WP elencati”.

La commissione all’atto della valutazione tecnica, attribuirà i punteggi alle attività proposte nell’offerta tecnica secondo i criteri di valutazione indicati nel bando.

 


 

1 QUESITO
Stiamo valutando se partecipare alla procedura di selezione in oggetto e predisporre la relativa offerta.
Abbiamo alcune questioni su cui necessitiamo tuttavia di chiarimenti:
1. Se capofila di un eventuale raggruppamento possa essere un soggetto la cui capacità economica e finanziaria (fatturato nel triennio di riferimento) non sia quella maggioritaria del raggruppamento stesso, fermo restando il requisito complessivo richiesto per la partecipazione (I.E. 3 MLN FATTURATO);
2. Se la dichiarazione da parte di un ist. bancario possa essere sostituita da un’autodichiarazione del soggetto concorrente, salvo la produzione della dichiarazione dell’istituto bancario in tempi successivi qualora quest’ultimo non la emetta in tempo utile;
3. Se nel compilare l’Allegato B tutti i soggetti partecipanti al raggruppamento temporaneo di impresa debbano produrre la dichiarazione di capacità economica inclusa quella dell’istituto bancario, anche se NON capofila del raggruppamento concorrente.

Come indicato all’interno del capitolato, i quesiti in merito alla procedura vanno formulati all’indirizzo segreteria@vinidabruzzo.it

Come riportato al paragrafo 6.2 del capitolato tecnico i requisiti di capacità economica e finanziaria “devono essere posseduti dall’operatore economico nel suo complesso, ovvero come soggetto in raggruppamento temporaneo d’imprese. “

La documentazione è da predisporre secondo le indicazioni riportate all’interno del capitolato. La congruità di quanto prodotto dagli offerenti rispetto alla capacita di provare il possesso dei requisiti richiesti verrà valutata dalla commissione.

Per quanto concerne la compilazione dell’allegato B, come riportato in nota all’interno del documento stesso, tutti i partecipanti del raggruppamento devono produrre la documentazione richiesta.

 

2 QUESITO
Al fine di predisporre correttamente l’offerta economica, sono a richiedere se andrà considerato il costo del prodotto per gli eventi/ iniziative promozionali o – come specificato dall’elenco delle iniziative in programma – vanno considerati i soli costi di spedizione e sdoganamento.

In merito al quesito posto, vi invitiamo a formulare l’offerta in coerenza con quanto specificato all’interno della descrizione di ogni WP.

 

3 QUESITO

Al fine di predisporre correttamente l’offerta tecnica, sono a richiedere due ulteriori chiarimenti:
• WP5 – PROMOTIONAL VIDEOS: che cosa si intende per “ogni anno per ogni paese verranno creati video sui singoli prodotti”?
o 3 video (uno all’anno) x USA + 3 video x Canada che raccontino di tutti i prodotti
o 3 video x ogni prodotto (cioè ogni prodotto ha un video dedicato
• WP6 – STUDY TRIP: quali sono le mete previste?
o gli study trips devono toccare Italia + Grecia o Francia o
o oppure devono essere destinati solo a Grecia e Francia?
o c’è un numero minimo di Study trip da prevedere?

Il capitolato tecnico riporta le linee guida entro cui le proposte tecniche ed economiche da parte degli offerenti vanno redatte. Rimane però a discrezione del soggetto partecipante la definizione della specifica strategia di comunicazione e promozione, così come la definizione del piano di attività, sulla base degli obiettivi posti e dei budget a disposizione.
Questi elementi, strategia e piano di attività, costituiscono elemento di valutazione da parte della commissione, tramite apposito criterio riportato nel capitolato.
Da ultimo, si ricorda che la comunicazione di progetto deve risultare conforme al quadro normativo di riferimento posto dal Regolamento UE 1144/2014 in merito alla menzione dei prodotti e alla prevalenza del messaggio unionale.
Come previsto dal capitolato, anche la proposta comunicativa sarà oggetto di specifica valutazione da parte della commissione

 


 

QUESITO
per quanto riguarda le proposte creative che andremo a predisporre per il bando in oggetto, possono essere solo in italiano o devono essere anche in inglese e francese?
In attesa di un vostro pronto cenno di riscontro, vi ringraziamo per la collaborazione e porgiamo distinti saluti

RISPOSTA
come indicato nel bando di gara, le lingue ammesse per la redazione delle proposte sono italiano e inglese.
D’altra parte, come indicato nel capitolato tecnico, la comunicazione sui paesi target avverrà in inglese e francese.
Vi invitiamo pertanto a presentare le vostre proposte nel modo che ritenete più congruo per dimostrarne la coerenza e l’efficacia.
La commissione di valutazione provvederà successivamente a valutare le proposte ricevute rispetto ai criteri indicati nel capitolato tecnico.

 

QUESITO
Sarebbe importante, per rendere efficace il messaggio chiave di tutta la comunicazione del progetto, sapere quale sia il motivo che è alla base dell’organismo appaltante che vede uniti insieme vini italiani e francesi e prodotti frutticoli greci.
RISPOSTA
in linea con quanto riportato nel capitolato tecnico, si conferma che il partenariato si pone l’intento di raggiungere gli obiettivi specifici di conoscenza e competitività delle produzioni agroalimentari europee di qualità, nell’ambito del quadro normativo di riferimento delineato dal Regolamento UE 1144/2014.

Per una più precisa definizione degli obiettivi da raggiungere, si invita a far riferimento all’art. 2 del capitolato tecnico.

 

QUESITO
Volevo chiedere se fosse corretto presentare il piano di attività in LINGUA INGLESE o se fosse obbligatoria la scrittura in lingua italiana. Data la presenza nel bando di beneficiari internazionali da Francia e Grecia abbiamo operato in questo modo per facilitare il Consorzio nella trasmissione del documento.
RISPOSTA
come indicato nel capitolato, le lingue ammesse sono Italiano e/o inglese. Pertanto la presentazione dell’offerta tecnica redatta in una delle due lingue indicate non comporta problema alcuno.

 

QUESITO
come indicato da voi al telefono richiedo il Numero dell’avviso nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea per compilare l’allegato B.
Nella tabella sottostante che Paese va indicato nella sezione dell’Identità del committente?

RISPOSTA
come indicato nella Gazzetta Ufficiale Europea il numero avviso è il seguente: 2020/S 087-207857
Il paese della stazione appaltante coincide con la sede del soggetto capofila ovvero l’Italia.