By News Thursday January 1st, 2015 No Comments

Il Gambero Rosso premia 12 vini abruzzesi

La viticoltura abruzzese gode di buona salute. La conferma arriva dall’autorevole guida “Vini d’Italia 2013” del Gambero Rosso che, quest’anno, ha assegnato i prestigiosi Tre Bicchieri a 12 vini regionali. Merito delle variegate caratteristiche morfologiche e climatiche del territorio e di «un interesse sempre più deciso verso una viticoltura più naturale e in armonia con l’ambiente e tecniche di cantina meno invasive».

Si consolida il successo degli autoctoni. «Una realtà bellissima» – scrive il Gambero Rosso – «che, anno dopo anno, si impone in degustazione e si traduce in un dinamismo importante». Dei vini premiati, infatti, i 7 rossi sono tutti Montepulciano d’Abruzzo, mentre tra i bianchi si distinguono 3 Trebbiano d’Abruzzo e 2 Pecorino IGT.
«La grande novità» – si legge ancora nella guida – «sono i Tre Bicchieri dalla Cantina di Tollo, vera ammiraglia del vino abruzzese, che ha dimostrato come si possano conciliare qualità e grandi numeri. I rimanenti premi sono divisi su tutte le province: dall’interno montuoso aquilano Valle Reale, con un Trebbiano in fermentazione spontanea che è una delizia, e Cataldi Madonna, con il solito Pecorino, che è oramai uno dei grandi bianchi italiani. Dal teramano il classico Zanna di Illuminati, un Montepulciano di grande fascino, poi l’esuberante Adrano, moderno e sempre all’altezza, e l’elegante Vasari di Barba. Dalle colline pescaresi il monumentale Trebbiano ‘07 di Valentini e il cupo Spelt de La Valentina, poi il fresco Pecorino di Tiberio, in questa edizione 2011 anche migliore dello scorso anno, il Cocciapazza di Torre dei Beati, sempre convincente ed elegante e l’austero Podere Castorani. Dal chietino oltre al Cagiolo di Tollo, il classico Trebbiano Marina Cvetic di Masciarelli».

Giunta alla sua 26esima edizione, Vini d’Italia 2013 del Gambero Rosso è la più autorevole guida del settore dell’enologia italiana, il risultato del lavoro di oltre sessanta degustatori che hanno percorso il Paese in lungo e in largo per trovare i vini migliori, selezionati tra 20mila esemplari prodotti da 2350 cantine.

Tre Bicchieri 2013 d’Abruzzo:

  • Montepulciano d'Abruzzo Cocciapazza 2009 di Torre dei Beati
    (Loreto Aprutino – Pescara)
  • Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane Adrano 2009 di Villa Medoro
    (Atri – Teramo)
  • Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane Zanna Riserva 2008 di Illuminati
    (Controguerra – Teramo)
  • Montepulciano d'Abruzzo I Vasari 2009 di Barba
    (Scerne di Pineto – Teramo)
  • Montepulciano d'Abruzzo Cagiòlo Riserva 2009 di Cantina Tollo
    (Tollo – Chieti)
  • Montepulciano d'Abruzzo Podere Castorani 2008 di Castorani
    (Alanno – Pescara)
  • Montepulciano d'Abruzzo Spelt 2008 della cantina La Valentina
    (Spoltore – Pescara)
  • Trebbiano d'Abruzzo Marina Cvetic 2010 di Masciarelli
    (Chieti)
  • Trebbiano d'Abruzzo Vigna di Capestrano 2010 di Valle Reale
    (Popoli – Pescara)
  • Trebbiano d'Abruzzo 2007 di Valentini
    (Loreto Aprutino – Pescara)
  • Pecorino 2010 di Cataldi Madonna
    (Ofena – L'Aquila)
  • Pecorino 2011 di Tiberio
    (Cugnoli – Pescara)